“Europe on the move”: l’UE si impegna in tema emissioni e mobilità elettrica

“Europe on the move”: l’UE si impegna in tema emissioni e mobilità elettrica

La Commissione Europea parla di mobilità: “Europe on the move” prevede una prima serie di 8 iniziative legislative per rendere la mobilità pulita, competitiva e connessa per tutti.

La Commissione ha adottato, il 31 maggio scorso, una strategia a lungo termine con l’obiettivo di riformare i futuri sistemi stradali e di mobilità, accrescere la propria competitività e rafforzare l’equità sociale.

In particolare, uno dei maggiori focus è verso il rispetto delle normative, la lotta alle pratiche occupazionali illecite, il taglio degli oneri amministrativi per le aziende e la precisazione delle norme esistenti (come ad esempio quella sul salario minimo).

Ma vi è di più: la Commissione promuove soluzioni di mobilità senza interruzioni, al fine di consentire a cittadini ed imprese di spostarsi più facilmente in tutta l’Europa.

Inoltre, uno dei punti nevralgici della proposta è la questione inerente la sostenibilità dei trasporti; a tal fine, la Commissione ha come fine quello di pervenire alla definizione di nuovi standard di emissione per auto e veicoli pesanti – attesi già per l’autunno prossimo -, la realizzazione di strade elettriche intelligenti e l’utilizzo di energie alternative per l’alimentazione dei veicoli.

Infine, nel piano è prevista anche una miglioria circa l’interoperabilità tra i sistemi di telepedaggio, tale da consentire in futuro agli utenti della strada di viaggiare nell’intera UE senza doversi preoccupare delle diverse formalità amministrative.

Otto iniziative che vedranno un’integrazione nel corso dei prossimi 12 mesi, riguardanti, tra le altre, alle norme relative alle emissioni successive al 2020 per autovetture e furgoni, oltre a quelle relative ai veicoli pesanti.

 

 

Fonti: LaStampa; Rinnovabili.it; RegionieAmbiente

Leave a Reply